Cooltra svela il suo scooter Sharing elettrico

Rome Information the best site on tourism in rome
Con Cooltra Italia la soluzione al Blocco del Traffico
28 dicembre 2015
Rome Information the best site on tourism in rome
Colombario di Pomponio Hylas
25 gennaio 2016

Cooltra svela il suo scooter Sharing elettrico

Rome Information the best site on tourism in rome

Cooltra svela la sua flotta elettrica per il “moto sharing” di Barcellona ed il progetto pilota è già attivo in strada.

 

La società catalana Cooltra offrira’ presto un servizio di ‘scooter sharing’ con una flotta di moto elettriche che possono essere affittate attraverso un’applicazione mobile. Sarà lanciato nel mese di marzo, inizialmente con 250 scooter, lavorera’ con un sistema simile al ‘car sharing’ all’interno della città.

“L’utente dovra’ scaricare l’applicazione mobile e cercare lo scooter più vicino a se. La tariffa viene calcolata in base ai minuti d’uso e non sulla base di una quota fissa”, cosi’ ci spiega l’amministratore delegato del Gruppo Cooltra, il Dr. Timo Buetefisch.

Non ci saranno inoltre postazioni fisse dove poter prendere lo scooter, ma sarà parcheggiato in vari punti della città ed il cliente, una volta geolocalizzato, selezionera’ lo scooter elettrico a lui piu’ vicino. L’area adibita allo scooter sharing è ampia 40kmq e sarà sufficiente lasciare lo scooter parcheggiato in strada.

L’autista una volta prenotato lo scooter con il telefono avra’ 15 minuti per raggiungere il veicolo. Ricaricare la batteria non sarà responsabilità del conducente ma del servizio di manutenzione della flotta di Cooltra che si occupera’ di cambiare la batteria dei veicoli al fine di garantire l’utilizzo dello scooter. L’utente può sapere anticipatamente quanti chilometri di autonomia posside lo scooter attraverso l’applicazione.

Flotta elettrica cooltra roma Rome Information the best site on tourism in rome

“Cooltra ha investito 1,5 milioni di euro in questo progetto che ha avuto inizio a Barcellona attraverso un progetto pilota con attualmente 25 moto e 250 utenti che in questo momento stanno testando gli scooter per tutta la città. L’azienda ha intenzione di investire 20 milioni da qui fino al 2019 per crescere ed espandere il servizio in città come Madrid, Milano e Parigi entro la fine dell’anno, aggiunge il Dir. Gen. Dr. Maurizio Pompili di Cooltra Italia.

“Con la stessa applicazione ‘motosharing’, è possibile noleggiare anche biciclette, li’ dove il servizio e’ disponibile,” spiega. A medio termine, la Società vuole anche portarlo a Londra, Amsterdam, Berlino ed è gia’ arrivato negli Stati Uniti.

Francia e Italia sono i mercati in cui opera già Cooltra grazie alla sua flotta di noleggio per turismo e affari. La Cocietà ha anche una presenza in Brasile e sta per aprire una nuova sede in Portogallo quest’anno.

Il nuovo servizio di ‘bike sharing’ offre ciclomotori a noleggio per le imprese e le flotte business, ma non solo. “E ‘la prima proposta consolidata di questo tipo servizio che e’ stata offerta a Barcellona, ​​una soluzione perfetta per la mobilità all’interno della città catalana, e’ inoltre eco-sostenibile e ad emissioni zero”, asserisce l’amministratore delegato.

L’azienda ha creato una nuova società controllata al 100% da Cooltra, eCooltra Motosharing, per implementare le nuove attività di ‘bike sharing’ con a capo Megia Thomas, che aveva lavorato presso Observatori de Prospectiva Industrial d’Acció di Generalitat.

Cooltra possedeva inizialmente un ‘family office’ tedesco fondato dieci anni fa da Buetenfisch a Barcellona. Dopodiche’ La Caixa (tramite Caixa Capital Risc) e altri fondi come Finaves (IESE scuola) e HS3, tra gli altri, hanno investito nel progetto.

L’azienda ha realizzato un fatturato di quasi sette milioni di euro l’anno e dispone di circa 100 dipendenti. La flotta supera ormai 4.500 moto (di cui 500 sono elettrici) si sviluppa su 11 delegazioni in Spagna, due in Francia, due in Italia e una in Brasile.

“Speriamo vi sia una buona risposta perché il sistema non presenta potenziali ostacoli  all’uso degli scooter”, spiega Thomas Megia, CEO della divisione eCooltra elettrico. Anche se le tariffe sono ancora da definire, gli utenti pagheranno in base ai minuti di utilizzo dello scooter con un prezzo ” al di sopra del trasporto pubblico ma al di sotto dei taxi”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *