Fori Imperiali

Rome Information the best site on tourism in rome
Museo Nazionale Etrusco a Roma
25 gennaio 2014
Rome Information the best site on tourism in rome
Museo Nazionale Romano Palazzo Altemps a Roma
25 gennaio 2014

Fori Imperiali

Rome Information the best site on tourism in rome

Fori Imperiali

Fori Imperiali Rome Information the best site on tourism in rome

Fori Imperiali

Procedendo lungo quello che oggi è Via dei Fori Imperiali, che unisce Piazza Venezia al Colosseo, si attraversa la zona, nel cuore della città dove tutta una serie di piazze monumentali dedicati agli imperatori cresciuto nei primi secoli dell’età imperiale .

L’area occupata dai Fori Imperiali è stato precedentemente diviso in due dalla Argileto: la parte ovest è stata occupata da un quartiere residenziale, e la parte orientale era una zona prevalentemente commerciale.

[ads1]

Il primo dei Fori Imperiali è stato costruito da Giulio Cesare (metà del 1 ° secolo aC) ed è stato usato come modello per quelli che seguirono.

In ordine cronologico questi erano: il Foro di Augusto, il Foro Transitorio (costruito da Domiziano, ma inaugurato da Nerva, suo successore) e il Foro di Traiano, il più imponente, costruita all’inizio del 2 ° secolo dC.

Il Templum Pacis, commissionato da Vespasiano in una zona ad est del Foro di Nerva, fa anche parte della serie.

Foro di Augusto

Si tratta di una piazza porticata rettangolare con marmo sontuoso e decorazione scolpita. Alla fine della piazza si trova il tempio, dedicato a Marte Ultore: si tratta di un grande edificio in marmo bianco con otto colonne sulla fronte e sette le sue lati lunghi.

La camera interna è riccamente decorato e termina in un’abside che conteneva le statue di culto di Marsand Venere.

Su entrambi i lati del tempio sono due stradine lastricate che terminano in rampe di scale che conducono al livello esterno, che terminano con due ingressi, uno a tre archi e uno con una sola arcata, tradizionalmente denominato ‘Arco dei Pantani’.

Gli ampi spazi coperti da colonnati sono stati quasi certamente utilizzati da pretori della città, che ha presieduto contenzioso civile.

Il foro di Augusto è uno dei più belli fori imperiali di Roma

Foro di Cesare

La piazza ha assunto la forma di un lungo rettangolo con colonnati colonnaftles doppie navate verso i lati.

Il soffitto piano dei porticati laterali si basava su una serie di tabernae (botteghe) del periodo augusteo, che sono stati in parte ricostruita sotto Traiano. I negozi sono di diverse dimensioni, incastrati nelle pendici del Campidoglio, e il secondo piano guarda oltre il Clivo Argentario, l’antica strada che collegava il Foro al Campidoglio.

Il fondo della piazza è stata occupata dal Tempio di Venere Genitrice, che aveva otto colonne in tutta la parte anteriore e nove lungo i lati lunghi, ma nessuno in fondo.

Foro di Nerva

Conosciuto nella tarda antichità, come il Foro Transitorio, il Foro di Nerva acquisito questo nome perché è entrato nel precedente Fori Imperiali insieme e per il ruolo che serviva come via, occupando lo spazio Ofthe Argileto.

[ads1]

Il Tempio di Minerva è stato costruito al di fuori dell’esedra del Foro di Augusto, e l’area rimanente, che divenne noto come il ‘Porticus absidata’, ha funzionato come un ingresso generale a tutti i complessi monumentali.

Foro della pace

Il complesso dei Fori Imperiali è stata completata a sud-est dal Foro della Pace di Vespasiano.

Il tempio consisteva in una grande sala che ha aperto nel modo di un’esedra sul fondo del culto statua colonnade.The è stato tenuto nell’abside.

Una fila di colonne segnato il colonnato del tempio e un grande frammento di marmo africano da uno di questi può ancora essere visto nello spazio aperto antistante l’ingresso corrente al Foro Romano.

Infine, un piano di Roma scolpito nel marmo è stato collocato in una delle grandi exhedrae del colonnato in 211AD.

Una libreria è stata anche nel Forum, il suo design ricorda quello di Biblioteca di Adriano ad Atene.

Questo conteneva un gran numero di opere d’arte, compresi quelli originariamente dalla Grecia e Asia Minorconfiscated da Nerone per la sua Domus Aurea, come Plinio il Vecchio racconta, e recuperato da Vespasiano in modo che potessero nuovamente essere goduto dal pubblico in generale.

Foro di Traiano

Questo è il più grande e il più maestoso dei Fori Imperiali.

Traiano tornò a progetti ambiziosi di Domiziano per la rimozione della sella di terra che unisce il Campidoglio eil Quirinale nella zona di quella che oggi è Piazza Venezia.

I lavori sulle pendici del Quirinale ha dato luogo al complesso di mattoni dei Mercati di Traiano, che sono stati separati dal Foro da una strada. La piazza si è conclusa nella Basilica Ulpia, e dietro a questo e tra le due biblioteche rosa Colonna Traiana, alta trenta metri, che racconta gesta dell’imperatore e della sua conquista della Dacia.


Mappa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *