Bracciano

Bracciano

Bracciano Rome Information the best site on tourism in rome

Bracciano

Bracciano è un comune italiano della provincia di Roma nel Lazio, situato a circa 40 km a nord della Capitale.

Stato Italia Rome Information the best site on tourism in rome Italia
Regione Lazio Coat of Arms.svg Rome Information the best site on tourism in rome Lazio
Provincia Provincia di Roma-Stemma.png Rome Information the best site on tourism in rome Roma
Territorio
Coordinate Rome Information the best site on tourism in rome42°06′00″N 12°11′00″ECoordinate: Rome Information the best site on tourism in rome42°06′00″N 12°11′00″E (Mappa)
Altitudine 280 m s.l.m.
Superficie 142,52 km²
Abitanti 19 290[1] (30-06-2012)
Densità 135,35 ab./km²
Frazioni Pisciarelli, Castel Giuliano, Sambuco, Vicarello, Vigna di Valle.
Comuni confinanti Anguillara Sabazia, Cerveteri,Manziana, Tolfa, Trevignano Romano, Bassano Romano(VT), Oriolo Romano (VT), Sutri(VT)
Altre informazioni
Cod. postale 00062
Prefisso 06
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 058013
Cod. catastale B114
Targa RM
Cl. sismica zona 3B (sismicità bassa)
Nome abitanti Braccianesi
Patrono san Sebastiano
Giorno festivo 20 gennaio

Storia

Bracciano è stato abitato dall’epoca etrusca, ma il suo sviluppo ci fù verso l’era del Medioevo. Nel XI secolo Bracciano e Manziana appartenevano alla famiglia dei Prefetti di Vico che fecero costruire la rocca fortificata sulla collina. Essi erano possessori del territorio fino alla fine del XIV secolo, dopo di loro passò alla famiglia Orsini assegnata per un triennio per via del Papa Martino V, che riuscirono più avanti a rafforzarla diventando feudatari della Chiesa. Nel 1470 Napoleone Orsini, diede inizio ai lavori per la costruzione dell’attuale castello allargando la Rocca dei Vico, che venne terminata dal figlio Gentil Virginio, che chiamo a decorare il palazzo uno dei principali pittori romani di quel tempo Antoniazzo Romano. Grazie a tutto ciò Bracciano divenne il più grande feudo dello Stato Pontificio. Paolo Giordano II avviò subito dopo l’industrializzazione di Bracciano, creando un acquedott che dalle colline di Manziana scendeva a bracciano per alimentare quattro fucine che azionavano una cartiera e una tipografia. Nel 1695 caddè la famiglia Orsini e il castello fu venduto all’asta e lo acquistarono gli Odaleschi che nel 1803 lo rivendettero ai Torlonia. Nel 1861 con il matrimonio del principe Livio III e Sofia Branicka il castello tornò agli Odaleschi che ancora oggi ne sono proprietari da generazione a generazione.

Luoghi d’interesse e monumenti

  • Duomo di Santo Stefano
  • Chiesa di San Lorenzo, Pisciarelli
  • Chiesa di Santa Maria Novella
  • Chiesa della Visitazione
  • Chiesa di San Sebastiano
  • Tenuta di San Liberato, Vicarello
  • Borgo di Vicarello
  • Palazzo comunale
  • Fontana del palazzo comunale

Località


Previsioni Meteo