Alessandrino

Que te Pongo
29 Gennaio 2014
Il Dolce Sorriso
29 Gennaio 2014

Alessandrino

Alessandrino

Alessandrino

Alessandrino

Alessandrino è il nome del ventitreesimo quartiere di Roma, indicato con Q.XXIII. Prende il nome dall’acquedotto Alessandrino opera dell’Imperatore Alessandro Severo. Confina, a nord con la zona Tor Sapienza, a est con la zona Torre Spaccata, a sud con il quartiere Don Bosco e a ovest con il quartiere Prenestino-Centocelle.

Circoscrizione Municipio Roma VII
Superficie 3,7137 km²
Abitanti 39 395 ab.[1] (2010)
Densità 10 608,02 ab./km²

 

Storia

Il quartiere Alessandrino nasce nel 1961. Durante l’occupazione dei tedeschi, era protagonista della Resistenza Romana per via della Banda del Gobbo Quarticciolo che controllava il quartiere, facendo in modo da non far passare i tedeschi. Nel marzodel 2013 durante uno scavo è stata ritrovata una necropoli datata tra il I secolo A.C e gli inizi del II d.C. La necropoli presenta 144 tombe e 6 mausolei.

Luoghi di Culto

  • Chiesa dell’Ascensione di Nostro Signore Gesù Cristo, in largo Mola di Bari.
  • Chiesa di San Giustino, in viale Alessandrino.
  • Cappella delle Ancelle dell’Immacolata, in via del Grano. Chiesa annessa all’istituto omonimo.
  • Chiesa cristiana evangelica battista, in via delle Spighe.
  • Chiesa di San Francesco di Sales, in viale Alessandrino.
  • Chiesa di Santa Teresa, in viale Alessandrino. Luogo sussidiario di culto della parrocchia di San Francesco di Sales.
  • Chiesa di San Tommaso d’Aquino, in via Davide Campari.
  • Chiesa di Dio Padre Misericordioso, in largo Terzo Millennio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *