Giuliano-Dalmata

La Fata Ignorante
1 Febbraio 2014
Lido di Ostia Ponente
1 Febbraio 2014

Giuliano-Dalmata

Giuliano-Dalmata

Giuliano-Dalmata

Giuliano-Dalmata

Giuliano-Dalmata

Giuliano-Dalmata è il nome del trentunesimo quartiere di Roma, indicato con Q.XXXI. Confina a nord con il quartiere Ardeatino, a est con la zona Cecchignola, a sud con la zona Castel di Leva e a ovest con la zona Fonte Ostiense e il quartiere Europa.

Circoscrizione Municipio Roma IX
Superficie 7,9889 km²
Abitanti 23 248 ab.[1] (2010)
Densità 2 910,04 ab./km²

Storia

Il quartiere Nacque come Villaggio Operario E42, usato per far alloggiare operai che lavoravano per l’Esposizione Universale di Roma (EUR). Durante la guerra gli operai dovettero abbandonare le loro case, che per un breve periodo vennero occupate dagli anglo americani e successivamente rimasero abbandonate, ma nel 1947 un gruppo di famiglie di profughi giuliani si impadroniscono del villaggio, e dal quel giorno si chiamo Villaggio Giuliano. Il 7 novembre del 1948, per opera dei ministri Giulio Andreotti e De Gasperi, ci furono le consegne dei primi appartamenti nel quartiere (vecchie unità abitative dell’ex villaggio operaio ristrutturate). Nel 1955, entrarono nel quartiere circa duemila profughi istriani e dalmati, dove assunse appunto il nome presente del quartiere, e nel 1961 ci fù l’inaugurazione di un monumento sulla via Laurentina, che ricordava i caduti Giuliani e Dalmati con scritta incastonata e stemmi delle città giuliano-dalmate Pola, Fiume e Zara.


Edifici di Culto

  • Chiesa di San Marco evangelista in Agro Laurentino, in piazza Giuliani e Dalmati. Nella sede originaria dove era sita la chiesa intitolata San Marco Evangelista, sorgono i giardini intitolati al maestro Lodovico Zeriav. All’interno di essi il monumento della Lupa romana di Pola.
  • Chiesa delle Sante Perpetua e Felicita, in via Mentore Maggini. Parrocchia eretta l’11 dicembre 1969 con il decreto del cardinale vicario Angelo Dell’Acqua “Pastoris vigilantis“.
  • Chiesa di San Giuseppe da Copertino, in via dei Genieri.
  • Chiesa di Santa Giovanna Antida Thouret, in via Roberto Ferruzzi. Parrocchia eretta il 1º giugno 1980 con il decreto del cardinale vicario Ugo Poletti “Le instancabili premure”.
  • Chiesa di Sant’Anselmo alla Cecchignola, in via Abigaille Zanetta. Parrocchia eretta il 17 ottobre 1989 con decreto del cardinale vicario Ugo Poletti.

Hotel


Per Informazioni scrivere sul Form sottostante

[gravityform id=”6″ name=”Form per informazioni ” title=”false” description=”false”]

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *