Museo Boncompagni Ludovisi a Roma

Museo di Castel SantAngelo
25 Gennaio 2014
Museo Ebraico a Roma
25 Gennaio 2014

Museo Boncompagni Ludovisi a Roma

Museo Boncompagni Ludovisi a Roma

Museo Boncompagni Ludovisi a Roma - Vestito

Museo Boncompagni Ludovisi a Roma – Vestito

Alla morte senza eredi del principe Andrea Boncompagni nel 1972 , la sua vedova Blanceflor De Bildt ha deciso di donare la piccola villa in stile eclettico, risalente agli inizi del XX secolo situata nella via omonima, che doveva essere usato come un centro per attività culturali allo Stato italiano con il nome di Museo Boncompagni Ludovisi a Roma.

Questa richiesta è stata ignorata per molti anni e l’edificio in un primo momento era quasi stato venduto al Portogallo , poi è stato restituito agli eredi che bonificarono la proprietà, ma in caso di apertura del centro l’apertura sarebbe stata ulteriormente ritardata .

L’uso del palazzo adibito a museo è stata decisa solo all’inizio degli anni ’90 . Si è quindi rinnovato per l’occasione ( come illustrato dalla mostra permanente situata all’interno delle scuderie) , e ha ospitato la prima collezione italiana interamente dedicata alle arti decorative dal 1995.

Oggetti d’arte e di ornamento architettonico, moda, del costume e del design dalla fine del XVIII secolo fino ad oggi ( il risultato della somma al nucleo iniziale di donazioni di opere di artisti quali Ernesto Basile , Galileo Chini , Duilio Cambellotti, Felice Castrati , Leoncillo ) vengono visualizzati in rotazione in mostre tematiche allo stesso modo della Cooper Herwitt Museum di New York .

La collezione , che sarà sostenuta da un archivio nazionale centrale di immagini del patrimonio di arte decorativa, comprende vetrate artistiche , vasi di ceramica , scatole di legno e sedie famose ; l’attrazione principale è , tuttavia , lo splendido presepe dei tempi di Umberto I , costruito nel 1901 in argento massiccio e bronzo dorato da Giulio Monteverde come commissionato dal Comune di Roma, che lo donò al Re Vittorio Emanuele III e a sua moglie Elena in occasione della nascita del loro primo figlio.

Grazie alle donazioni e ai prestiti da stilisti come Galitzine , Gattinoni , le sorelle Fontana , Valentino e Lancetti il museo funge anche da un archivio di haute couture e si può visitare la zona adibita alla storia ed evoluzione del costume e alle tecniche sartoriali.

[box type=”info” ]

Informazioni e Indirizzo

Indirizzo Via Boncompagni, 18

Orario di Visita Tutti i giorni alle 8:30

Chiusura Lunedi, 25 dicembre 1 gennaio, 1 maggio

Telefono 06 42824074; Fax 06 32298430

Prezzo Ingresso Libero

[/box]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *