Riserva naturale Lago di Vico

Nepi e Civita Castellana
21 Maggio 2013
Il Peperoncino D’oro
24 Maggio 2013

Riserva naturale Lago di Vico

Riserva naturale Lago di Vico

Riserva naturale Lago di Vico

Informazioni Generali

Riserva naturale Lago di Vico

Riserva naturale Lago di Vico

La Riserva naturale Lago di Vico, che si trova nella provincia di Viterbo, si estende per circa 3.200 ettari, all’interno di essa possiamo trovare ambienti di rilevanza naturalistica non indifferente come ad esempio quello palustre limitrofo al lago e un ampio bosco del Monte Venere costituito in prevalenza dalla faggeta. La regione Lazio trova che sia necessario proteggere ambienti ed equilibri naturali di un certo spessore come la riserva naturale del Lago di Vico che oramai è entrata già da tempo a far parte del più ampio sistema dei Parchi e delle Riserve Naturali appunto del Lazio. Sono inoltre impegnati per il miglioramento della qualità di queste in modo tale da gestire al meglio tutto ciò che riguarda “l’elemento natura” contenuto in esse.

Riserva naturale Lago di Vico

Storia

L’origine geologica del Lago di Vico è da attribuire a delle azioni vulcaniche che hanno appunto permesso la formazione di questo e fenomeni di esplosione che hanno poi originato terreni formati da vari tipi di tufi. L’attività vulcanica ha inoltre introdotto in questo territorio ceneri e lapilli che hanno conseguentemente dato origine alle cosiddette rocce piroclastiche.

I confini della riserva Naturale sono delineati in gran parte dal crinale della cinta craterica e racchiudono in una grande conca il lago stesso ed il Monte Venere (850 m). Tutte le acque che vengono raccolte dal parete interna della corona perimetrale e dal Monte Venere e dalle sorgenti che si trovano nel sottosuolo, sboccano direttamente nel lago alimentandolo.

Caratteristiche

Il Lago di Vico è caratterizzato da una fauna  molto interessante poiché le acque sono popolate da numerose specie di pesci tra cui il luccio (di elevate dimensioni), la tinca, il persico reale e anche l’anguilla. La riserva del Lago di Vico offre tuttavia anche un altro tipo di spettacolo naturale, infatti è caratterizza da una ricchissima avifauna (complesso di uccelli che vivono in una determinata zona) acquatica, per la quale la riserva rappresenta uno dei luoghi di svernamento (soggiorno invernale) e di sosta più importanti del Lazio.

Per quanto riguarda la fauna che popola i boschi della Riserva, possiamo dirvi che è molto ricca e che specie come ad esempio i caprioli, erbivori selvatici, sono scomparsi da tempo. Tra i mammiferi troviamo ancora numerose specie di predatori come la martora, la volpe, la faina, la puzzola, la donnola ed il raro gatto selvatico; i tassi combattono contro le istrici per la conquista delle tane che vengono scavate generalmente al riparo di qualche grosso masso vulcanico. Da qualche tempo si può trovare anche il cinghiale. Questi predatori provvedono al cibo grazie alla “gentile” concessione da parte di roditori come ghiri, moscardini, arvicole, topi selvatici e insettivori, come le talpe e i toporagni.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *